Confrontare le specie

Seleziona due specie per il confronto.

  • American alder
  • American ash
  • American aspen
  • American basswood
  • American beech
  • American yellow birch
  • American cherry
  • American cottonwood
  • American elm
  • American hackberry
  • American hickory
  • American hard maple
  • American soft maple
  • American red oak
  • American white oak
  • American pecan
  • American sap gum
  • American sassafras
  • American sycamore
  • American tulipwood
  • American walnut
  • American willow
o

American red oak

American_red_oak_big

Distribuzione

La crescita naturale degli alberi di quercia rossa è limitata quasi esclusivamente all’America settentrionale, anche se vengono piantati anche in altre regioni. È ampiamente diffuso in quasi tutti gli Stati Uniti orientali nelle foreste di latifoglie miste. Gli alberi di quercia rossa hanno un’altezza elevata. Il gruppo delle querce rosse comprende numerose sottospecie diffuse da nord a sud; alcune sono presenti sulle montagne e altre in pianura, con ampio ventaglio di caratteristiche differenti. L’ampia diffusione introduce pertanto significative variazione in base alla posizione geografica, specie tra gli esemplari a crescita più lenta, tipici degli Stati settentrionali, e quelli a crescita più rapida degli Stati del sud. La quercia rossa è considerata una specie altamente sostenibile, sia per il consumo domestico che per l’esportazione ed essendo il gruppo più popoloso della specie, cresce in misura notevolmente più abbondante rispetto alla quercia bianca.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di quercia rossa negli Stati Uniti è pari a 2,48 miliardi di metri cubi, il che corrisponde al 18,7% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. La quercia rossa degli Stati Uniti cresce a ritmi di 55,2 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 33,9 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 21,3 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita della quercia rossa superano o risultano equiparabili all'abbattimento in quasi tutti gli Stati americani produttori, con eccezione del Texas.

Disponibilità

La quercia rossa degli Stati Uniti gode di disponibilità abbondante sotto forma di segato e tranciato, in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. Il legname con spessore maggiore (10/4” e 12/4”), può essere messo a disposizione in quantità relativamente ridotte da fornitori specializzati, ma è ampiamente disponibile da spessori di 4/4” (25,4 mm) a 8/4” (52 mm). Il legno di origine meridionale cresce più rapidamente e contiene più alburno e quindi anche una maggiore percentuale di colore bianco, presentando però anche una fibra e una tessitura più ampie rispetto a quello settentrionale. A seconda della regione di provenienza, il legno può essere venduto come “settentrionale” e “meridionale”, anche se tale differenziazione appare troppo semplificata dal punto di vista delle proprietà e serve unicamente a identificare l'area di provenienza.

Descrizione Generale

  • L’alburno della quercia rossa è di colore marroncino chiaro, mentre il durame tende a variare da marrone rosato a marrone rossiccio (anche se non sempre). La differenza di colore tra alburno e durame è piuttosto distinta e il legno presenta solitamente una fibra dritta con tessitura grossolana.
     
  • Una caratteristica naturale comune a tutte le vere querce (Quercus) è rappresentata dai raggi midollari, meno pronunciati nella quercia rossa rispetto alla quercia bianca. Si tratta di un legno poroso facilmente identificabile dalla venatura dunque non adatto alla fabbricazione di botti da vino.

Proprietà Meccaniche

La quercia rossa americana presenta ottime caratteristiche generali di resistenza rispetto al suo peso. Il legno è duro e pesante, con media rigidezza e resistenza alla curvatura ed elevata resistenza alla compressione. È ottimo per la curvatura a vapore. Rigida e stabile una volta essiccata, la quercia rossa può essere facilmente trattata con mordenti per un’eccellente finitura di superficie ed è perfetta per la realizzazione di mobili e pavimenti.

Per saperne di più sulle proprietà meccaniche della quercia rossa leggere la guida strutturale completa.

  • Quercus Rubra

    0.63

    Densità relativa (12% M.C.)

    705 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    6.6%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    98.599 MPa

    Modulo di rottura

    12,549 MPa

    Modulo di elasticità

    46.610 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    5,738 N

    Durezza
  • Quercus Falcatta

    0.68

    Densità relativa (12% M.C.)

    753 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    N/A

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    75.156 MPa

    Modulo di rottura

    10,274 MPa

    Modulo di elasticità

    41.991 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    4,715 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
oak_red_oiled
Non oliato
oak_red_unoiled

Prestazioni

La quercia rossa si lavora bene, ha una buona tenuta a chiodi e viti anche se è consigliata la pre-alesatura. Tiene bene la colla e può essere trattata con mordenti e lucidata per una buona finitura. La sua porosità permette al legno di assorbire ogni tipo di trattamento. Questo legno dovrebbe essere sottoposto a essiccazione lenta per ridurre la degradazione. Si ritira però notevolmente e può subire variazioni dimensionali in presenza di umidità. La quercia rossa è poco resistente alla decomposizione del durame ma è moderatamente facile da trattare con conservanti, il che la rende adatta a essere termicamente modificata.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questa specie gestita in maniera sostenibile e proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale, è un prodotto di punta in numerosi mercati di esportazione. Le applicazioni più comuni includono arredamenti, pavimenti, porte, finiture per interni, modanature e mobili da cucina. È anche impiegata nell’industria delle costruzioni.

Modanature
Pavimento
Mobili/arredi
Porte
Piccoli Armadi
American_red_oak_small

American alder

alder_red_big

Distribuzione

L’ontano americano  è presente principalmente sulla costa nord-occidentale del Pacifico, area in cui conosce una diffusione abbondante grazie a tecniche di gestione sostenibile. La rotazione è relativamente breve poiché l’abbattimento necessita di tempi ridotti rispetto ad altre specie di latifoglie.

Disponibilità

  • L’ontano viene classificato usando le norme per l’ontano rosso della costa pacifica, “Pacific Coast Red Alder Rules” della NHLA, pubblicate nella sezione sulle norme NHLA per la misurazione e l’ispezione delle latifoglie e dei cipressi, “NHLA Rules for the Measurement & Inspection of Hardwood and Cypress”. Tra i punti di classificazione principale c’è la classificazione a partire dalla superficie migliore e non dalla superficie peggiore, come stabilito invece nelle norme di classificazione standard NHLA; i nodi puntiformi vengono considerati una caratteristica e non un difetto. Le qualità primarie includono Superior (Select & Better), Cabinet (No. 1 Common) e Frame (No. 2 Common) che sono simili alle caratteristiche delineate nelle qualità standard NHLA. 
     
  • L’ontano degli Stati Uniti è ampiamente disponibile sotto forma di legname essiccato in forno ed è spesso soggetto a norme di classificazione uniche; per le qualità non contemplate nelle norme NHLA, si raccomanda di rivolgersi al fornitore per richiedere la necessaria consulenza. 
     
  • Il legname può essere venduto come segato grezzo o legno da costruzione già piallato. La disponibilità del tranciato è limitata. 

Descrizione Generale

L’ontano rosso appena tagliato è quasi bianco, ma con l’esposizione all’aria lo cambia rapidamente in marrone chiaro con sfumature gialle o rossicce. Il durame si forma solo in alberi di età avanzata e non vi è una delimitazione netta fra alburno e durame. La fibra è piuttosto diritta con tessitura uniforme, caratteristica relativamente simile al ciliegio.

Proprietà Meccaniche

L’ontano  è un legno di media densità relativamente tenero con bassa resistenza alla curvatura e all’urto e scarsa rigidezza. Si presta facilmente alla tornitura e può essere verniciato o trattato con mordenti per un’eccellente finitura.

  • 0.41

    Specific Gravity (12% M.C.)

    449 kg/m3

    Average Weight (12% M.C.)

    10.10%

    Average Volume Shrinkage (Green to 6% M.C.)

    67.571 MPa

    Modulus of Rupture

    9,515 MPa

    Modulus of Elasticity

    40.129 MPa

    Compressive strength (parallel to grain)

    2,624 N

    Hardness

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
alder_red_oiled
Non oliato
alder_red_unoiled

Prestazioni

  • L’ontano rosso si lavora con facilità ed è adatto a piallatura, foratura, alesatura, intaglio, sagomatura, inchiodatura, avvitamento e incollatura, il che lo rende particolarmente indicato per applicazioni nei settori dell’arredamento e della falegnameria.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ma è permeabile al trattamento di conservazione.

Usi Principali

  • Questa prolifica varietà di legno di latifoglie tipica della costa nord-occidentale del Pacifico e caratterizzata da eccellenti credenziali sul piano ambientale, è ampiamente utilizzata per la produzione di arredamenti, mobili da cucina e modanature per interni. Altre applicazioni comuni includono porte e pannelli.
     
  • Per colore e venatura rappresenta un sostituto ideale del cherry.
Mobili/arredi
Porte
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
american_red_alder_small

American ash

American_ash_big

Distribuzione

Il frassino americano cresce comunemente nelle foreste di latifoglie miste presenti nella regione orientale degli Stati Uniti, dallo Stato di New York sino agli Stati meridionali che si affacciano sul Golfo del Messico. Questa specie è presente sulle montagne ma anche in pianura e nelle regioni costiere, e tale aspetto ne favorisce l'eccezionale varietà in termini di qualità. Una distribuzione tanto diversificata dal punto di vista della latitudine, del clima e delle condizioni del suolo introduce significative variazioni in base alla posizione geografica, specie tra gli esemplari a crescita più lenta, tipici degli Stati settentrionali, e quelli a crescita più rapida degli Stati del sud. Tale varietà è arricchita anche da una serie di sottospecie. Nonostante il legname eretto sia esposto ad alcune problematiche di lungo termine, quali malattie e infestazioni parassitarie, il frassino è una specie prolifica.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di frassino negli Stati Uniti è pari a 671 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 5,1% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il frassino americano cresce a ritmi di 12,1 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 6,1 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 6 milioni di metri cubi ogni anno. L’inventario forestale compilato nel 2014 indica che la crescita di frassino negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti i principali stati fornitori a eccezione di Michigan e Ohio, i quali si trovano attualmente al centro dell’infestazione da Emerald Ash Borer (EAB). È previsto un aumento nei tassi di mortalità e rimozione del frassino in un prossimo futuro, probabilmente destinati a superare i tassi di crescita in determinati Stati a causa dell’infestazione da EAB

Disponibilità

  • Il frassino degli Stati Uniti è ampiamente disponibile sotto forma di segato e tranciato, in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. Il legno di origine meridionale cresce più rapidamente e contiene più alburno, ma presenta anche una fibra e una tessitura più ampie rispetto a quello settentrionale. Talvolta, il frassino viene suddiviso in base al colore ed è ampiamente disponibile per l’esportazione. Nel 2015, il frassino è stata la quarta specie di latifoglie americana, in termini di volumi, esportata nel mondo.
     
  • Il legno di frassino è disponibile in varietà di qualità comprese tra 4/4” (1” o 25,4 mm) e 8/4” (2” o 52 mm), sebbene sia possibile ottenere anche volumi limitati da 10/4” (2,5” o 63 mm) e 12/4” (3’ o 75 mm).

Descrizione Generale

  • In generale, il frassino è un legno di colore chiaro, con l’alburno che varia da bianco a giallo e il durame che può assumere tonalità di marrone chiaro o scuro, talvolta con striature più chiare. La differenza tra alburno e durame (il primo caratterizzato da tonalità chiare e il secondo da una colorazione scura tendente persino al marrone) è piuttosto marcata. Il legno di frassino presenta solitamente una fibra dritta con tessitura grossolana e uniforme. Un altro segno particolare è costituito da una differenza evidente nella venatura tra gli anelli di incremento più teneri della stagione estiva a quelli duri tipici della stagione invernale. I pezzi di frassino americano presentano caratteristiche sempre differenti.
     
  • La presenza di screziature di colore marrone chiaro o striature minerali, a cui talvolta ci si riferisce con il termine di “macchie midollari”, è trattata come una caratteristica naturale del frassino e non è dunque identificata come un difetto secondo le norme di classificazione NHLA. Tali segni distintivi non compromettono in alcun modo l’integrità del legno.

Proprietà Meccaniche

Il frassino americano presenta ottime caratteristiche generali di resistenza rispetto al suo peso. Resiste in maniera eccellente all’urto, riducendo il dolore da impatto per chi usa utensili manuali e attrezzature sportive quali mazze da baseball. L’ottima resistenza alla curvatura a vapore lo rende un materiale particolarmente apprezzato da mobilieri di professione e amanti del fai-da-te. La sua estrema durezza e stabilità dimensionale da asciutto ne fanno il legno ideale per mobili e pavimenti, anche grazie alle finiture di facile esecuzione e alla possibilità di trattamento con mordenti.

To find out more about the mechanical properties of ash read the full structural guide.

  • 0.6

    Densità relativa (12% M.C.)

    673 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    10.70%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    103.425 MPa

    Modulo di rottura

    11,977 MPa

    Modulo di elasticità

    51.092 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    5,871 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
ash_oiled
Non oliato
Ash_unoiled_03.jpg

Prestazioni

Il frassino ha una buona lavorabilità e una buona tenuta a chiodi, viti e colla e può essere trattato con mordenti e lucidato per un’ottima finitura. Il frassino tinto di nero ha conosciuto varie ondate di notorietà nel settore dell’arredamento. Il legno si essicca abbastanza facilmente con una degradazione minima, mentre la buona stabilità lo rende poco suscettibile a variazioni dimensionali. Il tranciato di frassino può essere laminato alla perfezione con i materiali delle tavole. Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame e il durame presenta una resistenza moderata al trattamento di conservazione; l’alburno è però permeabile. Tali caratteristiche rendono il frassino un legno che si presta particolarmente a essere termicamente modificato, come dimostra l’impiego diffuso nella realizzazione di pavimenti, rivestimenti, piani di lavoro e mobili da giardino.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questo legno proveniente da foreste naturali dell’America Settentrionale, gestite in maniera sostenibile, gode di grande popolarità presso designer, architetti, utenti specializzati e consumatori di tutto il mondo. Le applicazioni principali includono arredamenti, pavimenti, porte, architetture e modanature d’interni, mobili da cucina, manici di utensili e articoli sportivi.

Modanature
Pavimento
Mobili/arredi
Porte
American_ash_small

American aspen

American_aspen_big

Distribuzione

Il pioppo tremulo americano cresce in aree dense facilmente sostenibili ma ricopre un’importanza limitata dal punto di vista commerciale rispetto ad altri legni di latifoglia americana. Gli alberi possono crescere fino a 48 m in altezza e 1,2 metri in diametro. La diversità genetica può dar luogo a tronchi di forma piuttosto cilindrica con rastremazione minima e scarsa concentrazione di rami, oppure a tronchi storti e tortuosi. Il pioppo tremulo americano è una di quelle specie che trae beneficio dal taglio raso per rigenerarsi, in quanto intollerante all’ombra, e ricresce mediante germogli e polloni. È una naturale specie pioniera a seguito di incendi forestali. I quattro principali stati americani produttori di pioppo tremulo americano sono Minnesota, Wisconsin, Maine e Michigan.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di pioppo tremulo americano negli Stati Uniti è pari a 637 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 4,8% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il pioppo tremulo americano cresce a ritmi di 10,1 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 8,6 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 1,5 milioni di metri cubi ogni anno.

Disponibilità

Il pioppo tremulo americano degli Stati Uniti è disponibile come segato e tranciato e tende a essere venduto principalmente in spessori sottili, ovvero 4/4” (1’’ o 25,4 mm) e 5/4” (1,25” o 32 mm), sebbene quantità limitate da 6/4” (38 mm) e 8/4” (52 mm) possano essere talvolta offerte da fornitori selezionati.

Descrizione Generale

L’alburno è bianco senza netta distinzione dal durame marrone chiaro. Il legno del pioppo tremulo americano presenta una fibra dritta con tessitura fine e uniforme.

Proprietà Meccaniche

È un legno a densità bassa che risulta tenero e leggero, con bassa resistenza alla curvatura, scarsa rigidezza e media resistenza agli urti.

  • 0.38

    Densità relativa (12% M.C.)

    417 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    9.20%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    57.918 MPa

    Modulo di rottura

    8,136 MPa

    Modulo di elasticità

    29.304 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    1,557 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
aspen_oiled
Non oliato
aspen_unoiled

Prestazioni

  • Il pioppo tremulo americano si lavora con facilità e può presentare una superficie leggermente irregolare da tagliato. Non si spacca durante l’inchiodatura e può essere tornito e carteggiato con sufficiente facilità; assorbe bene la vernice e i mordenti  per una buona finitura, anche se occorre prestare attenzione in presenza di superficie irregolare. Ha un ritiro medio-scarso e una buona stabilità dimensionale. Il pioppo tremulo americano è un vero pioppo e presenta quindi caratteristiche e proprietà simili ad altri legni della stessa qualità presenti in altre aree geografiche.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ed è resistente al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Questo legno di latifoglie a crescita rapida, comune su tutto il territorio statunitense, trova impiego nell’industria dell’arredamento, specie nella costruzione delle fiancate per i cassetti. Altre applicazioni comuni includono porte, rifiniture per interni, modanature e cornici per quadri. Tra i principali usi specializzati ricordiamo i listelli per saune, data la scarsa conduttività termica del materiale, e le bacchette per mangiare all’orientale, visto il suo carattere inodore e insapore. Il pioppo tremulo americano è usato anche per la produzione di polpa per la carta. 

Modanature
Porte
Piccoli Armadi
American_aspen_small

American basswood

American_basswood_big

Distribuzione

Dal punto di vista botanico, il tiglio americano appartiene alla stessa famiglia del tiglio presente nel continente europeo. Gli alberi sono solitamente caratterizzati da dimensioni importanti in altezza e diametro e presentano spesso tronchi dritti e relativamente privi di rami. Il tiglio è una specie presente su tutto il territorio statunitense nelle foreste di latifoglie naturali.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di tiglio negli Stati Uniti è pari a 205 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,5% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il tiglio americano cresce a ritmi di 3,1 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,6 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l'abbattimento) evidenzia un aumento di 1,5 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del tiglio superano o sono equiparabili agli esemplari abbattuti in quasi tutti gli stati americani produttori.

Disponibilità

Il tiglio degli Stati Uniti è disponibile in volumi relativamente limitati rispetto ad altre specie, sia come segato che come tranciato. Questo legno è disponibile in qualità e spessori compresi tra 4/4” (25,4 mm) e 16/4” (102 mm), vista la facilità di essiccazione, ma è anche offerto in spessori di 9/4” (56 mm) per la produzione di tende alla veneziana e imposte di finestre.

Descrizione Generale

L’alburno del tiglio  tende a essere largo e di colore bianco crema, mescolandosi al durame marrone chiaro o tendente al marrone rossiccio. Talvolta, il durame può anche presentare striature di tonalità più scura che non sono da considerare un difetto. La differenza tra alburno e durame tende a essere lieve o appena percepibile. Il legno di tiglio presenta una tessitura fine e uniforme e una fibra dritta e indistinta. 

Proprietà Meccaniche

È un legno leggero e tenero anche se considerato “robusto”, con scarse proprietà di densità e resistenza e una bassa classificazione di curvatura al vapore.

  • 0.37

    Densità relativa (12% M.C.)

    417 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    12.60%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    59.987 MPa

    Modulo di rottura

    10,067 MPa

    Modulo di elasticità

    32.613 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    1,824 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
basswood_oiled
Non oliato
basswood_unoiled

Prestazioni

  • Il tiglio presenta una buona lavorabilità sia con le macchine che  con utensili manuali, il che lo rende il principale legno da intaglio. Ha una tenuta abbastanza buona a chiodi, viti e colla e può essere carteggiato, trattato con mordenti e lucidato fino a ottenere un buon livello di finitura liscia. Si essicca abbastanza rapidamente con distorsione o degradazione ridotta e offre una buona stabilità dimensionale una volta essiccato.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ma è permeabile al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Questo legno dalle caratteristiche uniche tipico delle foreste naturali degli Stati Uniti è considerato la varietà privilegiata per la produzione di imposte per finestre e tende alla veneziana. Le applicazioni più comuni includono oggetti intagliati, torniti, modanature e arredamenti, mentre tra gli usi specializzati ricordiamo la costruzione di modelli e strumenti musicali (in particolare le componenti per pianoforti).

Modanature
Incisione
Mobili/arredi
Strumenti Musicali
Tornitura
American_basswood_small

American cherry

American_cherry_big

Distribuzione

Gli alberi di ciliegio americano crescono principalmente nelle foreste di latifoglie miste del nord-est degli Stati Uniti. Questa varietà si discosta dai ciliegi in fiore presenti nel resto del mondo e costituisce anzi una specie a sé. Gli alberi hanno un’altezza elevata e tendono a crescere in aree dense in vari Stati americani, quali Pennsylvania, New York, Virginia e West Virginia. Il ciliegio ha una rotazione relativamente breve poiché la maturazione richiede tempi ridotti rispetto ad altre specie di latifoglie. La maggior parte delle risorse attualmente disponibili derivano dalla capacità della specie di rigenerarsi naturalmente a seguito di incendi forestali.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di ciliegio negli Stati Uniti è pari a 404 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 3,0% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il ciliegio americano cresce a ritmi di 11,7 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 4,3 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l'abbattimento) evidenzia un aumento di 7,4 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del ciliegio superano l'abbattimento in tutti gli Stati americani produttori.

Disponibilità

  • Il ciliegio degli Stati Uniti è ampiamente disponibile sia come segato che come tranciato, in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. La disponibilità diviene più limitata per le specifiche di spessore maggiore, ovvero 10/4” (63mm) e 12/4” (75mm).  Questa specie può essere soggetta a temporanee ondate di notorietà e, proprio per questo, l’eventuale scarsità di legname essiccato potrebbe non essere rappresentativa dell’elevato volume di risorse disponibile per l'abbattimento.
     
  • Il ciliegio può essere selezionato in base al colore, il quale definisce la quantità di materiale priva di alburno, oppure venduto in tavole con una superficie senza alburno. A esempio, le tavole di ciliegio possono essere vendute con specifica di 90/50, ovvero con quantità di durame pari rispettivamente al 90 e 50% su ciascuna estremità, oppure offerte secondo specifiche differenti.  Si raccomanda pertanto di rivolgersi al fornitore per richiedere tutte le informazioni del caso.

Descrizione Generale

Il durame del ciliegio varia da rosso intenso a marrone rossiccio e si scurisce con l’esposizione alla luce. Per contrasto, l’alburno è bianco crema. Sebbene la differenza tra alburno e durame sia piuttosto marcata, questa può essere attenuata mediante trattamento con vapore. Il legno si caratterizza di una fibra non pronunciata dal carattere fine, uniforme e diritta con tessitura liscia. Può contenere in natura delle piccole macchie midollari di colore marrone, nodi puntiformi e sacche di resina o striature, anche se la presenza di tali caratteristiche varia in base alla regione di provenienza.

Proprietà Meccaniche

Si tratta di un legno di media densità, con buone proprietà di curvatura, moderata robustezza e resistenza agli urti e scarsa rigidezza. Può essere sottoposto a curvatura a vapore anche se con cautela. Rigido e stabile una volta essiccato, il ciliegio può essere facilmente trattato con mordenti per un’eccellente finitura di superficie. È un materiale privilegiato per arredamenti e rifiniture per interni. Poiché si tratta di un legno relativamente morbido, il ciliegio americano è indicato per la realizzazione di pavimenti solo per ambienti a basso traffico o per quei Paesi dove si è soliti non utilizzare calzature all’interno dei locali domestici (a esempio, Paesi asiatici).

  • 0.5

    Densità relativa (12% M.C.)

    561 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    9.20%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    84.809 MPa

    Modulo di rottura

    10,274 MPa

    Modulo di elasticità

    49.023 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    4,226 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
cherry_oiled
Non oliato
cherry_unoiled

Prestazioni

  • Il ciliegio è facile da lavorare ed è adatto a piallatura e tornitura. Ha una buona tenuta alla colla e offre prestazioni soddisfacenti con avvitamento e inchiodatura, oltre a presentare eccellenti proprietà di intaglio e sagomatura. Può essere facilmente carteggiato, trattato con mordenti e lucidato per ottenere un’eccellente finitura liscia.
     
  • Il durame è resistente alla decomposizione e ha una resistenza moderata al trattamento di conservazione.
     
  • Da notare che il durame di questo legno tende a scurirsi rapidamente con l'esposizione alla luce.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questo legno proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale, gestite in maniera sostenibile è rinomato in tutto il mondo per la colorazione calda e la finitura di qualità. Il ciliegio è particolarmente indicato per arredamenti, armadi e rifiniture d’alta classe. È ampiamente usato per porte, rivestimenti, rifiniture per interni, modanature, mobili da cucina e talvolta anche per pavimenti. Le applicazioni specializzate includono strumenti musicali e interni di barche.

Modanature
Mobili/arredi
Strumenti Musicali
Porte
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
American_cherry_small

American cottonwood

American_cottonwood_big

Distribuzione

Gli alberi di pioppo americano si caratterizzano per una crescita rapida; il genere con tronco più largo, il cui diametro può raggiungere anche gli 8 piedi, è ampiamente diffuso negli Stati Uniti ed è normalmente associato all’acqua. Il pioppo americano è conosciuto anche con il nome di “white poplar” e non dovrebbe essere confuso con il “tulipier”, identificato anche come “yellow poplar” negli Stati Uniti.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di pioppo americano negli Stati Uniti è pari a 226 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,7% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il pioppo americano cresce a ritmi di 4,3 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,5 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 2,8 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del pioppo americano superano l'abbattimento in tutti gli Stati americani produttori, con eccezione di Maine (in cui la produzione è concentrata soprattutto nelle aree urbane), Nebraska e Texas. Gli alberi di pioppo americano risultano in declino in alcune aree semi-aride degli Stati Uniti a causa della siccità, dell’invasione di specie esotiche e del sovrapascolo.

Disponibilità

Il pioppo americano è disponibile come segato e tranciato ma i volumi destinati all’esportazione potrebbero conoscere disponibilità limitata a seconda della domanda.  Il legno di pioppo americano è fornito principalmente da produttori degli Stati Uniti meridionali nelle specifiche 4/4” (25,4 mm) e 5/4” (32 mm). Il legno appena tagliato (verde), necessita di lavorazione tempestiva per evitare la comparsa di fessurazioni e macchie blu.

Descrizione Generale

Il pioppo americano è un legno poroso con tessitura grossolana. È solitamente a fibra dritta con difetti relativamente limitati. L’alburno è bianco, talvolta con striature marroni, mentre il durame varia da marroncino pallido a marroncino chiaro.

Proprietà Meccaniche

Il pioppo americano è un legno relativamente leggero e tenero, nonché poco resistente alla curvatura, alla compressione e agli urti. Una volta essiccato non ha odore né sapore.

  • 0.4

    Densità relativa (12% M.C.)

    449 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    11.30%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    58.608 MPa

    Modulo di rottura

    9,466 MPa

    Modulo di elasticità

    33.854 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    1,913 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
cottonwood_oiled
Non oliato
cottonwood_unoiled

Prestazioni

  • La lavorabilità può essere difficoltosa ed è pertanto necessaria una cura particolare. Il legno appena tagliato può presentare un aspetto irregolare o lanoso, richiedendo pertanto l’uso di lame affilate impostate a un angolo corretto in modo da evitare il presentarsi di tale problema. Il pioppo americano si incolla bene e ha una buona resistenza alla spaccatura in fase di avvitamento. Si essicca facilmente ma può avere ancora la tendenza a deformarsi, con piccole variazioni dimensionali.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione.

Usi Principali

Materiale tradizionalmente usato per le tende alla veneziana, il pioppo americano trova oggi impiego nell’industria degli arredamenti per la produzione di mobili e parti di mobili. Altre applicazioni includono le rifiniture e le modanature per interni.

Modanature
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
American_cottonwood_small

American elm

American_elm_big

Distribuzione

Attualmente, gli alberi di olmo americano si rigenerano naturalmente solo in alcune regioni, compromettendo i livelli di disponibilità del materiale. L’ olmo americano  gode di buona distribuzione sul territorio ma gli alberi sono notevolmente influenzati dalle condizioni delle località in cui crescono. Gli alberi sono relativamente piccoli e con tronchi spesso suddivisi in rami maestri.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di olmo negli Stati Uniti è pari a 258 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,9% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. L’olmo cresce a ritmi di 4,7 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 2,5 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 2,18 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita degli olmi superano i tassi di abbattimento in tutti gli Stati produttori, a eccezione dell’Ohio. Sebbene sia sopravvissuto alla malattia olandese dell’olmo, l’ olmo americano rimane comunque suscettibile degli effetti dell’epidemia, la quale continua ad avere un impatto sulla crescita e sull’abbattimento in alcuni Stati.

Disponibilità

L’olmo degli Stati Uniti è disponibile in volumi commerciali estremamente limitati, con segato offerto principalmente in spessori da 4/4” (25,4 mm). Di conseguenza, le specifiche e le qualità da esportazione possono essere difficoltose da reperire con regolarità. Può occasionalmente essere offerto come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Questo legno può presentare una fibra dritta o notevolmente intrecciata con tessitura grossolana. Ha un alburno sottile dal bianco grigiastro al marroncino chiaro e un durame che varia dal marrone rossiccio al marrone scuro. Le beccate di uccelli sono considerate una caratteristica naturale del legno e dunque non classificate come difetti secondo le norme di classificazione NHLA.

Proprietà Meccaniche

L’olmo è piuttosto pesante, duro e rigido, con eccellenti caratteristiche di curvatura e di resistenza all’urto.

  • 0.53

    Densità relativa (12% M.C.)

    593 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    11%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    89.635 MPa

    Modulo di rottura

    10,274 MPa

    Modulo di elasticità

    43.852 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    3,825 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Non oliato
elm_unoiled

Prestazioni

  • Il legno di olmo è abbastanza facile da lavorare e ha una buona tenuta a chiodi, viti e colla. Può essere carteggiato, trattato con mordenti e lucidato per una buona finitura. Si essicca bene con una minima degradazione e ha una buona stabilità dimensionale.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame, ma è classificato come permeabile al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Quando disponibile, l’ olmo americano è una specie particolarmente richiesta per la realizzazione di arredamenti e armadi, ma può essere utilizzato anche per finiture di interni, pavimenti e rivestimenti.

Pavimento
Mobili/arredi
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
American_elm_small

American sap gum

gum_sap_big

Distribuzione

Gli alberi di nocino d’America tendono a essere larghi con tronchi dritti e sono ampiamente presenti nel sud-est degli Stati Uniti.  Esistono anche numerose qualità non commerciali di gum che crescono su tutto il territorio nazionale.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di nocino negli Stati Uniti è pari a 661 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 5,0% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il nocino d’America cresce a ritmi di 20,7 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 12,9 milioni 
di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 7,8 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del nocino superano o sono equiparabili all'abbattimento in quasi tutti gli Stati americani produttori.

Disponibilità

Il nocino d’America è disponibile sotto forma di segato e tranciato in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. È generalmente disponibile come nocino d’America (alburno) senza specifiche in base al colore. Secondo le norme di classificazione NHLA, ogni taglio netto deve presentare una faccia di colore rosso (durame). Disponibile in misura notevolmente più limitata come nocino rosso d’America (durame) per le selezioni in base al colore. Questo legno è solitamente offerto in spessori sottili (4/4” e 5/4”) e può essere caratterizzato da disponibilità limitata su alcuni mercati di esportazione.

Descrizione Generale

Il nocino d’America presenta una tessitura fine e uniforme con fibra irregolare e spesso intrecciata, il che dà luogo a un disegno particolarmente gradevole. L’alburno tende a essere largo e di colore variabile dal bianco al rosa chiaro, mentre il durame è marrone rossiccio, spesso con striature più scure.

Proprietà Meccaniche

Il nocino d’America è moderatamente duro, rigido e pesante ma ha una bassa classificazione per la curvatura al vapore. Questo legno presenta una venatura compatta.

  • 0.62

    Densità relativa (12% M.C.)

    689 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    13.40%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    114.457 MPa

    Modulo di rottura

    13,859 MPa

    Modulo di elasticità

    56.332 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    5,604 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
gum_sap_oiled
Non oliato
gum_sap_unoiled

Prestazioni

  • Il nocino d’America è facile da lavorare sia con le macchine che con strumenti manuali. Resiste bene all’inchiodatura, ha una buona tenuta alle viti e alla colla, può essere facilmente trattato con mordenti ed essere carteggiato e lucidato per un'eccellente finitura. Si essicca rapidamente, con una forte tendenza a deformarsi e a piegarsi. Si ritira notevolmente ed è soggetto a variazioni dimensionali. 
     
  • Questo legno è considerato non resistente alla decomposizione. Il durame è piuttosto resistente al trattamento di conservazione ma l’alburno è permeabile.

Usi Principali

Le applicazioni principali includono armadi, arredamento e componenti di arredo, porte, finiture per interni e modanature. Una volta trattato con mordenti è un buon sostituto del noce.

Modanature
Mobili/arredi
Porte
Piccoli Armadi
American_sap_gum_small

American hackberry

American_hackberry_big

Distribuzione

Gli alberi di bagolaro americano sono tolleranti a un’ampia gamma di suoli e conoscono dunque una diffusione moderata su tutto il territorio degli Stati Uniti, anche se tendono a crescere soprattutto nelle foreste rigenerate degli Stati centrali e meridionali. Da non  confondere con il Mississippi hackberry (C. tenuifolia), diffuso primariamente in prossimità della regione della costa del golfo. Gli alberi di bagolaro comuni possono avere tronco largo e dritto con altezze fino a 70 piedi e scarsa concentrazione di rami inferiori, permettendo di ottenere un legname privo di difetti.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di bagolaro negli Stati Uniti è pari a 138 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,0% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il bagolaro cresce a ritmi di 4,3 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,2 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 3,1 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del bagolaro si situano nettamente al di sopra dei tassi di abbattimento in tutti i principali Stati produttori. 

Disponibilità

Questo legno è disponibile in volumi estremamente limitati come segato da esportazione ed è fornito soprattutto negli spessori minori (4/4” e 5/4”); la produzione si concentra in primo luogo nella regione meridionale degli Stati Uniti. Può occasionalmente essere offerto come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Il legno di bagolaro presenta caratteristiche simili all’olmo (a cui è imparentato). Sebbene si tratti di un legno pesante, il bagolaro è anche mediamente tenero con scarsa resistenza. La fibra grossolana e irregolare, talora diritta, talora intrecciata, si caratterizza per una tessitura fine e uniforme. La differenza tra alburno e durame è minima, e quest’ultimo ha un colore variabile dal grigio giallognolo al marroncino chiaro.

Proprietà Meccaniche

Il bagolaro è abbastanza duro e pesante e ha una buona resistenza alla curvatura ma scarsa resistenza alla compressione.  Presenta un’elevata resistenza agli urti e una buona classificazione per la curvatura a vapore. Si tratta però di un legno con scarsa rigidezza.

  • 0.53

    Densità relativa (12% M.C.)

    593 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    13.50%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    76.535 MPa

    Modulo di rottura

    8,205 MPa

    Modulo di elasticità

    37.509 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    3,914 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
hackberry_oiled
Non oliato
hackberry_unoiled

Prestazioni

  • Può essere piallato e passato al tornio ma ha una tenuta media a viti e chiodi. Può essere trattato con mordenti e lucidato fino a ottenere una finitura soddisfacente. Il bagolaro si essicca rapidamente con una degradazione minima. Tuttavia, si ritira notevolmente e può subire variazioni dimensionali. Questo legno è suscettibile di bluettamento sia prima che dopo l’essiccazione al forno, pertanto il legname prodotto negli Stati Uniti viene venduto solitamente già piallato.
     
  • Non è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Non è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione.

Modanature
Mobili/arredi
Porte
Piccoli Armadi
Sostituto per Altri Legni
American_hackberry_small

American hickory

American_hickory_big

Distribuzione

Gli hickory sono un gruppo importante che cresce naturalmente in tutta la regione orientale degli Stati Uniti, da nord a sud. Da un punto di vista botanico sono divisi in due gruppi: i veri hickory e gli hickory che producono noci di pecan. Quest’ultimo rappresenta un importante albero da frutto. Gli alberi assumono dimensioni notevolmente diverse.  

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di hickory negli Stati Uniti è pari a 7,11 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 5,4% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. L’hickory americano cresce a ritmi di 14,1 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 6,5 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 7,6 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita degli hickory superano i tassi di abbattimento in tutti gli stati produttori, a eccezione della Louisiana. 

Disponibilità

Ampiamente disponibile come segato nelle qualità da esportazione ma venduto non selezionato per colore e in lotti misti. La qualità FAS della NHLA autorizza una larghezza minima di 4 pollici (101,6 mm). Le qualità NHLA inferiori (1 e 2 Common) possono essere caratterizzate da un piacevole aspetto rustico. Questo legno è solitamente offerto in spessori sottili (4/4” e 5/4”), sebbene vi sia una limitata disponibilità di materiale di spessore maggiore.

Descrizione Generale

Data l’eccezionale diversità riscontrabile nel gruppo, il legno di hickory può presentare notevoli variazioni in termini di colore e venatura. Gli hickory sono caratterizzati da tessitura fine con fibra solitamente dritta che talvolta assume un aspetto ondulato o irregolare. L’alburno è bianco con possibili sfumature marroni, mentre il durame varia da marroncino a marrone rossiccio. La presenza di striature minerali di colore violaceo scuro costituisce una caratteristica naturale. Le beccate di uccelli sono anch’esse ritenute caratteristiche comuni e non sono classificate come difetti.

Proprietà Meccaniche

Il legno di hickory presenta una ruvidità moderata con robustezza variabile, sebbene si tratti comunque di un legno pesante ed estremamente rigido. Ha una buona resistenza alla curvatura e all’urto, nonché eccellenti caratteristiche di curvatura a vapore.

  • 0.75

    Densità relativa (12% M.C.)

    833 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    14.3%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    138.590 MPa

    Modulo di rottura

    15,583 MPa

    Modulo di elasticità

    63.365 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    N/A

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
hickory_oiled
Non oliato
hickory_unoiled

Prestazioni

  • Gli hickory sono considerati difficili da lavorare con le macchine e da incollare, ma anche estremamente ardui da lavorare con utensili manuali. Resistono bene all’inchiodatura e hanno una buona tenuta alle viti ma, vista la tendenza a spaccarsi, una pre alesatura è consigliata. Il legno può essere carteggiato e lucidato per una buona finitura. Può essere di difficile essiccazione e si ritira notevolmente, il che potrebbe comprometterne la stabilità dimensionale in condizioni di umidità variabile e nei materiali di spessore maggiore.
     
  • Non è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Arredamenti, ebanisteria, scale in legno, manici per utensili, tasselli e articoli sportivi. Materiale tradizionalmente adoperato dai carradori e per la produzione di bacchette per strumenti a percussione. Le caratteristiche di resistenza di questo legno lo rendono una scelta eccellente per la posa sui pavimenti, specie nei locali ad alto traffico. Storicamente, il legno di hickory fu utilizzato per la produzione dei primissimi bastoni da golf e gli addetti alla classificazione del legno della NHLA si servono ancora oggi dei tradizionali strumenti di misurazione flessibili in hickory.

Manici
Pavimento
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
American_hickory_small

American hard maple

American_maple_hard_big

Distribuzione

L’ acero duro americano è una specie tipica delle regioni con clima freddo; sebbene possa crescere nelle foreste di latifoglie miste sparse su tutto il territorio americano, l’acero tende a prediligere gli Stati settentrionali. L’ acero duro americano presenta caratteristiche piuttosto differenti rispetto ad altre qualità di acero tipiche di altre regioni del mondo. Spesso, questi alberi crescono in aree dense su varie tipologie di suolo, oltre a essere coltivati per la produzione del celebre sciroppo d’acero . L’abbattimento è stagionale e avviene in autunno e inverno.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di acero duro negli Stati Uniti è pari a 926 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 7,0% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. L’ acero duro americano cresce a ritmi di 18,5 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 9,1 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l'abbattimento) evidenza un aumento di 9,4 milioni di metri cubi ogni anno. La crescita di acero duro negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti i principali stati fornitori a eccezione del Maine. Nel Maine, le raccolte di acero toccano livelli elevati se rapportati alla crescita; tale fenomeno è imputabile soprattutto alla più intensa estrazione di cellulosa e all’impiego del legno quale fonte di biocarburanti, senza contare che le foreste di latifoglie ad alta concentrazione di acero stanno lentamente lasciando il posto a foreste di conifere.

Disponibilità

  • L’ acero duro americano degli Stati Uniti è ampiamente disponibile come segato in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. Disponibile anche come tranciato. Il legno è normalmente prodotto in spessori da 4/4” a 8/4’’ e la disponibilità di pezzi con spessore maggiore è limitata.
     
  • Le qualità possono essere selezionate per colore bianco, anche se quest’ultima è soggetta a un sovrapprezzo. La selezione in base al colore avviene di solito facendo riferimento al relativo sistema di classificazione NHLA, il quale prevede qualità di colore quali “Number 1 White” e “Number 2 White”. Si raccomanda pertanto di rivolgersi al fornitore per richiedere tutte le informazioni del caso.

Descrizione Generale

  • L’alburno è bianco crema con una leggera sfumatura marrone rossiccio e può essere selezionato per il relativo colore. Il tranciato di acero viene sempre selezionato in base al colore. Il durame varia da marrone rossiccio chiaro a scuro con caratteristiche talvolta variabili a seconda della regione di provenienza. La differenza di colorazione tra durame e alburno può essere minima ed entrambi possono contenere in natura delle macchie midollari.
     
  • Il legno di acero duro americano presenta una tessitura fine e compatta e una fibra generalmente dritta. L’acero può anche presentare un “effetto piuma”, “marezzature” e figure “occhiolinate” e tende a scurirsi con l’esposizione prolungata alla luce.

Proprietà Meccaniche

Come suggerisce il nome stesso, l’ acero duro è un legno duro e pesante, con buone caratteristiche di robustezza che includono una resistenza elevata all’abrasione e all’usura e buone proprietà di curvatura a vapore. Per tali ragioni, l’acero è un materiale particolarmente indicato per pavimenti (inclusi quelli a uso sportivo), piste da bowling e piani di lavoro.

  • 0.63

    Densità relativa (12% M.C.)

    705 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    11.90%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    108.941 MPa

    Modulo di rottura

    12,618 MPa

    Modulo di elasticità

    53.988 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    6,450 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
maple_hard_oiled
Non oliato
maple_hard_unoiled

Prestazioni

  • L’acero americano offre un’eccellente lavorabilità con macchine e può essere lavorato al tornio e sottoposto ad alesatura e finitura. Ha una buona tenuta alla colla ed è adatto a piallatura, foratura e intaglio, anche se le prestazioni di avvitamento e inchiodatura sono appena soddisfacenti. L’acero può essere utilizzato per produrre modanature di qualità. Può essere facilmente carteggiato, trattato con mordenti e lucidato per ottenere un’eccellente finitura liscia.
     
  • Il durame non è resistente alla decomposizione (o lo è in misura limitata) ed è resistente al trattamento di conservazione. L’alburno è permeabile.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questo legno proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale gestite in maniera sostenibile, è rinomato in tutto il mondo per le sue proprietà di resistenza, la colorazione calda e la finitura di qualità. L’acero è particolarmente indicato per tutte le tipologie di pavimenti, compresi quelli destinati ad aree ad alto traffico (ad es. per edifici pubblici). Altre applicazioni includono arredamenti, armadi e finiture di interni d’alta classe. Ampiamente usato anche per piani di lavoro modanature e mobili da cucina.

Modanature
Pavimento
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
Uso Alimentare
American_maple_hard_small

American soft maple

American_maple_soft_big

Distribuzione

Gli alberi di acero tenero americano crescono comunemente nelle foreste di latifoglie miste presenti nella regione orientale degli Stati Uniti; l’acero rosso è concentrato principalmente nell’area del nord-est, mentre l’acero d’argento predilige gli Stati centrali e meridionali. Il nome attribuito a questo legno può essere fuorviante, poiché acero tenero non è tecnicamente un legno molto tenero.  Esiste un elevato numero di sottospecie, tutte vendute con il nome di “soft maple”, “acero tenero”. Molte di queste, tra cui il cosiddetto “big leaf maple” o “acero grandifoglia”, tipico della costa pacifica, crescono nella regione nord-occidentale degli Stati Uniti e sono associati a norme di classificazione specifiche.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di acero tenero negli Stati Uniti è pari a 1,55 miliardi di metri cubi, il che corrisponde all’11,7% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. L’acero tenero americano cresce a ritmi di 36,4 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 14,8 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 21,6 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita dell’acero tenero superano l'abbattimento in tutti i maggiori stati americani produttori.

Disponibilità

L’acero tenero degli Stati Uniti è ampiamente disponibile come segato in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. È però raramente disponibile come tranciato. Il legno è solitamente venduto non selezionato per colore e i lotti prodotti nella costa occidentale tendono a essere venduti già piallati e classificati a partire dalla superficie migliore, a differenza di quanto stabilito dalle norme di classificazione standard NHLA.

Descrizione Generale

  • L’acero tenero ha caratteristiche pressoché identiche all’acero duro , anche se può essere molto più suscettibile di variazioni di colore da una regione all’altra. L’alburno è solitamente bianco grigiastro o può assumere tonalità più scure, talora con macchie midollari che rappresentano una caratteristica naturale. Il durame varia da marrone rossastro chiaro a scuro e la differenza tra alburno e durame è più marcata che nell’acero duro.
     
  • Il legno presenta solitamente una fibra dritta con tessitura fine: poiché il disegno della venatura ricorda quello del ciliegio americano , l’acero tenero può essere trattato con mordenti e adoperato come sostituto del ciliegio.

Proprietà Meccaniche

L’acero tenero ha una buona resistenza alla curvatura e alla compressione ma presenta scarsa rigidezza e resistenza agli urti. Oltre a una durezza del 25% inferiore a quella dell’acero duro, caratteristica per cui non è indicato per la produzione di pavimenti e piani di lavoro.

  • Acer Rubrum

    0.54

    Densità relativa (12% M.C.)

    609 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    10.50%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    92.393 MPa

    Modulo di rottura

    9,998 MPa

    Modulo di elasticità

    45.093 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    4,225 N

    Durezza
  • Acer Macrophyllum

    0.48

    Densità relativa (12% M.C.)

    545 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    9.3%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    73.777 MPa

    Modulo di rottura

    11,308 MPa

    Modulo di elasticità

    41.025 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    3,780 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
maple_soft_oiled
Non oliato
maple_soft_unoiled

Prestazioni

  • L’acero tenero offre un’eccellente lavorabilità con le macchine e può essere sottoposto a piallatura, alesatura e finitura. Ha una buona tenuta alla colla, può essere lavorato al tornio ed è adatto a piallatura, foratura e intaglio, anche se le prestazioni di avvitamento e inchiodatura sono appena soddisfacenti. L’acero può essere utilizzato per produrre modanature di qualità. Può essere facilmente carteggiato, trattato con mordenti e lucidato per ottenere un’eccellente finitura liscia e presenta buone proprietà di curvatura a vapore. Quando è trattato con mordenti, è utilizzato come sostituto del ciliegio e le sue proprietà fisiche e meccaniche lo rendono anche un buon sostituto del faggio.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione. L’alburno è permeabile.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questo legno altamente sostenibile proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale è destinato ad applicazioni per cui la durezza e la resistenza non rappresentano proprietà essenziali. È adoperato per la produzione di arredamenti, armadi, finiture per interni, porte, mobili da cucina, modanature e oggetti torniti.

Modanature
Mobili/arredi
Porte
Piccoli Armadi
Tornitura
American_maple_soft_small

American white oak

American_white_oak_big

Distribuzione

Gli alberi di quercia bianca crescono esclusivamente in America Settentrionale e sono caratterizzati da un’ampia distribuzione nelle foreste di latifoglie miste di quasi tutti gli Stati Uniti orientali. Proprio come per la quercia rossa, anche il gruppo delle querce bianche  comprende numerose sottospecie diffuse da nord a sud che, insieme, rappresentano circa il 33% delle risorse di latifoglie americane. Gli alberi di quercia bianca hanno un’altezza elevata e sono facilmente identificabili dalla forma arrotondata delle foglie, che in inverno assumono un colore marrone.  . L’ampia diffusione determina significative variazioni in base alla posizione geografica, specie tra gli esemplari a crescita più lenta, tipici degli stati settentrionali, e quelli a crescita più rapida degli Stati del sud. La quercia bianca è anch'essa considerata una specie sostenibile sia per il consumo domestico che per l’esportazione.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di quercia bianca negli Stati Uniti è pari a 2,08 miliardi di metri cubi, il che corrisponde al 15,7% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. La quercia bianca degli Stati Uniti cresce a ritmi di 39,6 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 20,9 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 18,6 milioni di metri cubi ogni anno. La crescita di quercia bianca negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti i principali Stati fornitori.

Disponibilità

La quercia bianca degli Stati Uniti gode di disponibilità abbondante sotto forma di segato e tranciato, in un’ampia gamma di qualità e dimensioni. I tempi di essiccamento prolungati possono compromettere la disponibilità di pezzi di spessore maggiore (10/4” e 12/4”), i quali tendono a essere offerti in quantità limitate. Il legno di origine meridionale cresce più rapidamente e contiene più alburno, presentando però anche una fibra e una tessitura più aperte rispetto a quello settentrionale. A seconda della regione di provenienza, il legno può essere venduto come “settentrionale” e “meridionale”, anche se tale differenziazione appare troppo semplificata dal punto di vista delle proprietà e serve unicamente a identificare l'area di provenienza.

Descrizione Generale

  • La quercia bianca è caratterizzata da un disegno ricco e da un’estetica attraente, simile in aspetto ad altri gruppi di querce presenti in altre regioni del mondo. L’alburno della quercia bianca è di colore biancastro tendente al marroncino chiaro, mentre il durame tende a variare da marrone chiaro a marrone scuro. La differenza tra alburno e durame è meno marcata rispetto alla quercia rossa e il legno presenta solitamente una fibra dritta con tessitura da media a grossa. 
     
  • I raggi midollari sono una caratteristica naturale comune alle vere querce (Quercus) e appaiono più lunghi rispetto a quelli che interessano la quercia rossa, producendo quindi un profilo più pronunciato. Il durame non è poroso ed è quindi adatto alla produzione di botti di vino e a usi esterni.

Proprietà Meccaniche

La quercia bianca americana presenta ottime caratteristiche generali di resistenza rispetto al suo peso, il che la rende la specie di latifoglie ideale per applicazioni strutturali. Il legno è duro e relativamente pesante, con buone proprietà di curvatura e resistenza alla compressione, ma ha scarsa rigidezza. Le prove strutturali condotte in Europa confermano che la resistenza intrinseca della quercia bianca è maggiore rispetto alla variante europea. È ottima per la curvatura al vapore. Rigida e stabile una volta essiccata, la quercia bianca può essere facilmente trattata con mordenti per un’eccellente finitura della superficie ed è ampiamente usata per la realizzazione di mobili e pavimenti, specie nei mercati di esportazione.

Per saperne di più sulle proprietà meccaniche della quercia rossa leggere la guida strutturale completa.

  • 0.68

    Densità relativa (12% M.C.)

    769 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    12,273 MPa

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    104.804 MPa

    Modulo di rottura

    12,273 MPa

    Modulo di elasticità

    51.299 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    6,049 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
oak_white_oiled
Non oliato
oak_white_unoiled

Prestazioni

  • La quercia bianca si lavora bene, ha una buona tenuta a chiodi e viti anche se è consigliata la pre-alesatura. Tiene bene la colla (anche se si raccomanda l’uso di primer per incollaggi strutturali) e può essere trattata con mordenti e lucidata per una buona finitura. Questo legno richiede un’essiccazione lenta ed è necessaria una certa attenzione per evitare la degradazione. Presenta un elevato ritiro radiale e tangenziale e può dunque subire variazioni dimensionali in presenza di umidità. Ha eccellenti proprietà di foratura e finitura. 
     
  • Il durame è resistente alla decomposizione e al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questa specie gestita in maniera sostenibile  e proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale, è un prodotto di punta in numerosi mercati di esportazione. Le applicazioni più comuni includono arredi, pavimenti, porte, finiture per interni, modanature e mobili da cucina. È anche utilizzato in alcune applicazioni nell’industria delle costruzioni, tra cui strutture portanti in legno lamellare incollato e altri usi specializzati.

Modanature
Pavimento
Mobili/arredi
Porte
Piccoli Armadi
Travi in Legno Lamellare
American_white_oak_small

American pecan

American_pecan_big

Distribuzione

Gli alberi di pecan crescono naturalmente nel sud-est degli Stati Uniti, soprattutto nella valle del Mississippi. Il pecan è un importante albero da frutto che può assumere dimensioni notevolmente variabili.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di pecan negli Stati Uniti è pari a 37 milioni di metri cubi, il che corrisponde allo 0,3% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il pecan americano cresce a ritmi di 800.000 metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 300.000 metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l'abbattimento) evidenzia un aumento di 500.000 metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita del pecan americano superano l'abbattimento in tutti gli Stati produttori, ovvero Arkansas, Kansas, Louisiana e Mississippi.

Disponibilità

Disponibile come segato nelle qualità da esportazione ma venduto non selezionato per colore e in lotti misti. La qualità FAS della NHLA autorizza una larghezza minima di 4 pollici (101,6 mm). Le qualità NHLA inferiori (1 e 2 Common) possono essere caratterizzate da un piacevole aspetto rustico. Questo legno è solitamente offerto in spessori sottili (4/4” e 5/4”), sebbene vi sia una limitata disponibilità di materiale di spessore maggiore.

Descrizione Generale

Data l’eccezionale diversità riscontrabile nel gruppo, il legno di pecan può presentare notevoli variazioni in termini di colore e venatura. I pecan sono caratterizzati da una tessitura grossolana con fibra solitamente dritta che talvolta assume un aspetto ondulato o irregolare. L’alburno è bianco con possibili sfumature marroni, mentre il durame varia da marroncino a marrone rossiccio. La presenza di striature minerali di colore viola scuro costituisce una caratteristica naturale. Le beccate di uccelli sono anch’esse ritenute caratteristiche comuni e non sono classificate come difetti.

Proprietà Meccaniche

Il pecan è solitamente molto robusto, con un’eccellente classificazione per la curvatura al vapore, elevate proprietà di resistenza alla compressione e rigidezza e una resistenza agli urti molto alta.

  • 0.66

    Densità relativa (12% M.C.)

    737 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    N/A

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    94.462 MPa

    Modulo di rottura

    11,928 MPa

    Modulo di elasticità

    54.126 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    8,095 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
pecan_oiled
Non oliato
pecan_unoiled

Prestazioni

  • Il pecan presenta buone proprietà di lavorazione, simili a quelle offerte dal legno di hickory, ma è anche difficile da incollare ed estremamente arduo da lavorare con utensili manuali. Resiste bene all’inchiodatura e ha una buona tenuta alle viti ma, vista la tendenza a spaccarsi, una pre-alesatura è consigliata. Il legno può essere carteggiato, trattato con mordenti e lucidato per una buona finitura. Può essere sottoposto a essiccazione ma tende a ritirarsi piuttosto notevolmente.
     
  • Non è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Arredamenti, ebanisteria, pioli di scale in legno, manici per utensili, tasselli e articoli sportivi. Le caratteristiche di flessibilità lo rendono il materiale ideale per la realizzazione di bastoni da hockey.

Manici
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
American_pecan_small

American sassafras

American_sassafras_big

Distribuzione

Gli alberi di sassofrasso americano hanno una diffusione limitata in America Settentrionale e tendono a svilupparsi a blocchi attorno agli alberi genitore. Questa specie cresce su tutti i tipi di suolo nelle foreste di latifoglie presenti nelle regioni orientale, centrale e meridionale degli Stati Uniti, diffondendosi fino al Texas orientale.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di sassofrasso negli Stati Uniti è pari a 45 milioni di metri cubi, il che corrisponde allo 0,3% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il sassofrasso americano cresce a ritmi di 527.000 metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 480.000 metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l'abbattimento) evidenza un aumento di 47.000 metri cubi ogni anno.

Disponibilità

Il legno di sassofrasso degli Stati Uniti è raramente disponibile o lo è solo in volumi limitati presso i produttori del Sud. Si raccomanda di contattare i fornitori per informazioni sulle qualità disponibili per l’esportazione. Può occasionalmente essere offerto come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Il durame del sassofrasso è di colore variabile da marrone chiaro a marrone scuro e spesso dorato. Si tratta di un legno tenero, leggero e flessibile. La fibra può essere intrecciata o dritta, ma si presenta spesso ondulata dando luogo a un motivo marezzato a elevato valore estetico. Il legno può avere una tessitura grossolana o abbastanza fine, con venatura simile al frassino che ricorda anche il castagno.

Proprietà Meccaniche

Il sassofrasso ha una media durezza e resistenza agli urti, con rigidezza scarsa. Ha buone proprietà di curvatura ed è facile da lavorare al tornio.

  • 0.42

    Densità relativa (12% M.C.)

    497Kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    8.2%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    62.055 MPa

    Modulo di rottura

    7,722 MPa

    Modulo di elasticità

    32.820 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    2,802 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
sassafras_oiled
Non oliato
sassafras_unoiled

Prestazioni

  • Il sassofrasso può essere lavorato con macchine in maniera soddisfacente, anche se si raccomanda di mantenere una buona affilatura degli utensili. Necessaria anche la pre-alesatura per assicurare una buona tenuta a viti e a chiodi. Si incolla estremamente bene e può essere trattato con mordenti e lucidato per un buon livello di finitura. Richiede attenzione nell’essiccazione perché ha la tendenza a screpolarsi. Ha un ritiro moderato ed è soggetto a lievi variazioni dimensionali.
     
  • Il legno è resistente alla decomposizione del durame e offre una resistenza moderata al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Questa specie tipica delle foreste di latifoglie degli Stati Uniti è particolarmente adatta a vari usi aromatici, ma anche per doghe per secchi e arredamento.

Mobili/arredi
American_sassafras_small

American sycamore

American_sycamore_big

Distribuzione

Gli alberi di sicomoro americano hanno solitamente dimensioni considerevoli e sono ritenuti una delle specie di latifoglie più grandi dell’America settentrionale, con una diffusione che interessa le regioni centrali e orientali degli Stati Uniti nelle foreste naturali di latifoglie. Altri gruppi di sicomoro americano (noti anche con il nome di “platani americani”) sono ritrovabili negli Stati di California e Arizona ma non hanno una rilevanza significativa in termini commerciali.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di sicomoro negli Stati Uniti (esclusi California e Arizona) è pari a 135 milioni di metri cubi, il che corrisponde a meno dell’1% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il sicomoro americano cresce a ritmi di 4,12 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,14 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 2,98 milioni di metri cubi ogni anno. La crescita di sicomoro negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti i principali Stati fornitori.

Disponibilità

Il legno di sicomoro degli Stati Uniti è fornito in volumi limitati principalmente da produttori degli Stati del Sud e soprattutto in spessori ridotti (4/4” e 5/4”). Si raccomanda di contattare i fornitori per informazioni sulle qualità disponibili per l’esportazione. È occasionalmente offerto come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Il legno di sicomoro può presentare una varietà di colorazioni. L’alburno va dal bianco al giallo chiaro, mentre il durame può variare da marrone chiaro a scuro. La fibra è intrecciata e le venature sono fini e vicine. Un altro segno particolare è rappresentato dalle macchie midollari.

Proprietà Meccaniche

Il legno è classificato come discreto per peso, durezza, rigidezza e resistenza agli urti. È pesante e robusto, ha buone proprietà di curvatura ed è facile da lavorare al tornio.

  • 0.49

    Densità relativa (12% M.C.)

    545 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    11.40%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    68.950 MPa

    Modulo di rottura

    9,791 MPa

    Modulo di elasticità

    37.095 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    3,425 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
sycamore_oiled
Non oliato
sycamore_unoiled

Prestazioni

  • Questo legno ha una buona lavorabilità, ma sono necessarie frese ad alta velocità per impedirne la scheggiatura. È resistente alle spaccature grazie alla sua fibra intrecciata. Si incolla in maniera soddisfacente e può essere trattato con mordenti e lucidato per un’eccellente finitura. Si essicca rapidamente con tendenza alla deformazione. Ha un ritiro moderato ed è soggetto a lievi variazioni dimensionali.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ma è permeabile al trattamento di conservazione.

Usi Principali

Il sicomoro americano, tipico delle foreste naturali di latifoglie degli Stati Uniti, è considerato altamente sostenibile per applicazioni quali l’ebanisteria e l’arredamento. È utilizzato anche per modanature, finiture per interni e impiallacciature. Tra le applicazioni specializzate ricordiamo i blocchetti per macellai.

Modanature
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
Legno Impiallacciato
Uso Alimentare
American_sycamore_small

American tulipwood

American_tulipwood_big

Distribuzione

Gli alberi di tulipier crescono esclusivamente in America Settentrionale e sono caratterizzati da un’ampia distribuzione in quasi tutti gli Stati Uniti orientali nelle foreste di latifoglie miste. Si tratta di una specie a sé, non appartenente al genere dei pioppi (Populus) ma piuttosto alla famiglia delle Magnoliacee. Gli alberi hanno dimensioni notevoli e sono facilmente identificabili dai caratteristici fiori simili a tulipani che danno il nome alla specie. Il tulipier cresce da nord a sud ed è una delle specie di latifoglie più sostenibili degli Stati Uniti.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di tulipier negli Stati Uniti è pari a 1,02 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 7,7% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il tulipier americano cresce a ritmi di 32,5 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 12,8 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 19,7 milioni di metri cubi ogni anno. La crescita di tulipier negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti gli Stati.

Disponibilità

Il tulipier americano è ampiamente disponibile come segato in un’ampia gamma di qualità e spessori (da 4/4’’ a 16/4’’) grazie alla sua facilità di essiccazione. La disponibilità di legname relativamente privo di nodi e con specifiche medie di larghezza e lunghezza può essere maggiore rispetto ad altre specie commerciali. Il tulipier è usato nella produzione di compensato ma con disponibilità più limitata in forma di impiallacciature decorative. L’alburno produce solitamente il legno di colore più bianco, spesso più ricercato, mentre il durame presenta variazioni di colore più nette. La richiesta di tulipier non selezionato per colore è tuttavia in crescita, soprattutto in Europa. Il legno di tulipier è venduto sul mercato interno e talvolta anche esportato come “pioppo”, anche se in realtà non dovrebbe essere confuso con il pioppo europeo o cinese.

Descrizione Generale

Il tulipier presenta caratteristiche delle fibre meno distintive rispetto ad altre specie quali il frassino e la quercia, ed è più simile all’acero anche se con una colorazione più scura. La differenza tra alburno e durame è però marcata. L’alburno è bianco crema, mentre il durame può variare da giallo chiaro a marrone e perfino da verde a violaceo nei casi più estremi. Il legno tende a scurirsi col tempo e con l’esposizione ai raggi UV, mentre il verde del durame tende ad assumere un tono marrone. La fibra è dritta con tessitura da media a grossa.

Proprietà Meccaniche

Il tulipier offre ottime caratteristiche generali di resistenza rispetto al suo peso, il che lo rende un materiale particolarmente adatto ad applicazioni strutturali quali strutture portanti in legno lamellare incollato e pannelli in legno lamellare incrociato (CLT). Il legno ha una densità relativamente bassa, con elevate proprietà di curvatura, resistenza agli urti e rigidezza ma scarsa resistenza alla compressione e durezza. Ha una classificazione media per la curvatura a vapore e presenta un’ottima stabilità dimensionale una volta essiccato completamente e in assenza di umidità. Può essere facilmente trattato con mordenti per un’ottima finitura ed è dunque adatto per l'arredamento e le finiture.

Per saperne di più sulle proprietà meccaniche della quercia rossa leggere la guida strutturale completa.

  • 0.42

    Densità relativa (12% M.C.)

    449 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    9.80%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    69.640 MPa

    Modulo di rottura

    10,894 MPa

    Modulo di elasticità

    38.198 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    2,402 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
American_tulipwood_oiled
Non oliato
American_tulipwood_unoiled

Prestazioni

  • Il legno di tulipier è facile da lavorare e può essere sottoposto a piallatura, lavorazione al tornio e incollatura, con buona tenuta a viti anche se la pre-alesatura è consigliata. Tende a spaccarsi quando viene inchiodato. Il tulipier può essere facilmente trattato con mordenti e lucidato per un’eccellente finitura. Può subire variazioni dimensionali in presenza di umidità.  
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione. Il durame può risultare resistente al trattamento di conservazione ma l’alburno è permeabile. Nel complesso, il tulipier può essere sottoposto a conservazione con metodologie moderne quali il trattamento termico (particolarmente indicato).

Usi Principali

Forte di eccellenti credenziali ambientali, questa specie gestita in maniera sostenibile e proveniente dalle foreste naturali dell’America Settentrionale, è un prodotto di punta in numerosi mercati di esportazione. Le applicazioni più comuni includono porte, rivestimenti, finiture per interni, modanature e mobili da cucina. Trova anche impiego nell’industria delle costruzioni e in alcune applicazioni specializzate (quali l’intaglio).

Modanature
Incisione
Mobili/arredi
Porte
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
Travi in Legno Lamellare
Legno Lamellare a Strati Incrociati
American_tulipwood_small

American walnut

American_walnut_big

Distribuzione

Gli alberi di noce americano presentano una distribuzione estremamente ampia in tutta la regione orientale degli Stati Uniti, sia in foreste di latifoglie miste che in coltivazioni arboree. Il noce americano si concentra soprattutto negli Stati centrali con diffusione dal Texas alla costa orientale. Si tratta di una delle poche specie di latifoglie a essere coltivate e a crescere spontaneamente in natura. Gli alberi sono caratterizzati da fusto relativamente alto e dritto con scarsa concentrazione di rami inferiori.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di noce negli Stati Uniti è pari a 126,7 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,0% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il noce americano cresce a ritmi di 4,6 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,6 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 3,0 milioni di metri cubi ogni anno. La crescita del noce americano negli Stati Uniti è superiore al volume di legname raccolto in tutti i principali stati fornitori a eccezione del Michigan.

Disponibilità

Il noce degli Stati Uniti è disponibile come segato e tranciato ed è solitamente venduto non selezionato per colore. I produttori specializzati possono mettere a disposizione anche legname sottoposto a evaporazione, un trattamento che serve per ottenere una variazione di colore verso lo scuro per ridurre la differenza tra alburno e durame. Questa specie ha conosciuto una domanda globale significativa negli ultimi anni. Le norme di classificazione standard NHLA applicabili al noce consentono specifiche ridotte e tagli più piccoli privi di difetti, senza limiti per l’alburno. Si raccomanda pertanto di rivolgersi al fornitore per richiedere tutte le informazioni del caso.

Descrizione Generale

  • L’alburno del noce americano è bianco crema, mentre il durame va dal marroncino al marrone cioccolato scuro, con una differenza di colore piuttosto netta. Il durame può presentare anche delle striature più scure, talvolta tendenti al violaceo. Il legno presenta solitamente una fibra dritta, talora con forme sinuose o a effetto piuma che
producono un disegno variegato e decorativo molto ricercato dai designer.     
     
  • Il noce americano ha caratteristiche piuttosto diverse dalla variante europea, la quale tende invece ad assumere una colorazione più chiara.

Proprietà Meccaniche

Il noce è un legno duro e resistente di media densità. Ha una resistenza moderata alla curvatura e alla compressione, unite a una bassa classificazione di curvatura al vapore e scarse proprietà di rigidezza.

  • 0.55

    Densità relativa (12% M.C.)

    609 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    10.20%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    100.677 MPa

    Modulo di rottura

    11,584 MPa

    Modulo di elasticità

    52.264 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    4,492 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
American_walnut_oiled
Non oliato
American_walnut_unoiled

Prestazioni

  • Il noce americano si lavora senza difficoltà
con macchine e utensili manuali ed è particolarmente indicato per piallatura, lavorazione al tornio e sagomatura. Ha una buona tenuta a inchiodatura e colla e può essere trattato con mordenti e lucidato per un’eccellente finitura. Si essicca lentamente e offre una buona stabilità dimensionale una volta essiccato.   
     
  • Questo legno è estremamente resistente alla decomposizione del durame ed è una delle specie di latifoglie americane di maggiore durevolezza.

Usi Principali

Il noce americano è considerato una delle specie di legno privilegiate per gli arredamenti d’alto livello, armadi, porte e rifiniture per interni. È utilizzato anche per pavimenti e rivestimenti, oltre a costituire il materiale ideale da usare in accostamento ad altri legni di latifoglie.

Pavimento
Mobili/arredi
Porte
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
American_walnut_small

American willow

American_Willow_big

Distribuzione

Gli alberi di salice nero americano crescono naturalmente negli Stati Uniti centrali e meridionali, soprattutto lungo il Mississippi e i laghi in prossimità dello stesso. Gli esemplari migliori possono diventare estremamente alti e slanciati, anche se con un diametro relativamente ridotto e un aspetto multi fusto.

CRESCITA

Stando ai dati della FIA, la massa legnosa di salice negli Stati Uniti è pari a 56,7 milioni di metri cubi, il che corrisponde allo 0,4% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il salice americano cresce a ritmi di 1,15 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 0,31 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 0,84 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita dei salici superano i tassi di abbattimento in tutti gli Stati che ospitano la specie.

Disponibilità

Il salice è disponibile solo su base regionale e soprattutto negli Stati meridionali, nonché in volumi limitati di segato nelle qualità da esportazione. È prodotto soprattutto nelle specifiche di spessore inferiore (4/4’’) e la disponibilità di spessori diversi può risultare ancora più limitata. Può occasionalmente essere offerto come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Il legno del salice è caratterizzato da una tessitura fine e uniforme. La fibra può essere dritta o intrecciata e presentare talvolta un disegno esteticamente attraente. L’alburno, stretto e di colore variabile in base alle condizioni di crescita dell’albero, tende ad assumere tinte chiare marrone-crema che si avvicinano quasi al bianco. Il durame varia invece da marrone rossiccio chiaro a marrone grigiastro e può essere piuttosto scuro. La presenza di marezzature o spirali nella fibra sono caratteristiche naturali e dunque non classificate come difetti.

Proprietà Meccaniche

Il legno del salice è leggero e tenero. Si tratta di un materiale debole in curvatura, compressione, resistenza agli urti e rigidezza, con una bassa classificazione per curvatura al vapore.

  • 0.39

    Densità relativa (12% M.C.)

    417 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    11.50%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    53.800 MPa

    Modulo di rottura

    6,960 MPa

    Modulo di elasticità

    28.300 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    N/A

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
American_Willow_oiled
Non oliato
American_Willow_unoiled

Prestazioni

  • Il salice si lavora abbastanza facilmente con strumenti manuali e meccanici, anche se occorre prestare attenzione per evitare che assuma un aspetto irregolare quando è presente la fibra intrecciata. Ha una buona tenuta all’inchiodatura e un’eccellente tenuta alla colla; e può essere carteggiato e lucidato per un’ottima finitura. Si essicca rapidamente con una minima degradazione, anche se può essere suscettibile di sacche d’umidità. Il salice si ritira durante l’essiccazione ma ha una buona stabilità dimensionale una volta essiccato.  
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ed è resistente al trattamento di conservazione. L’alburno è permeabile.

Usi Principali

Il salice nero è adoperato per la produzione di arredami, finiture e modanature per interni. Se trattato con mordenti può essere usato anche come sostituto del noce.

Modanature
Mobili/arredi
Piccoli Armadi
American_Willow_small

American beech

American_Beech_big.jpg

Distribuzione

Gli alberi di faggio americano  crescono comunemente nelle foreste di latifoglie miste presenti nella regione orientale degli Stati Uniti, sebbene abbiano una concentrazione maggiore nelle aree centrali della medesima regione. La varietà americana è diversa da quella europea poiché cresce generalmente in misura inferiore e con un tronco meno dritto, e non è raro trovare esemplari multi fusto nelle concentrazioni più mature.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di faggio negli Stati Uniti è pari a 348 milioni di metri cubi, il che corrisponde al 2,6% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. Il faggio americano cresce a ritmi di 4,5 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 3,8 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenza un aumento di 0,7 milioni di metri cubi ogni anno.

Disponibilità

La disponibilità come segato è limitata, specie nelle qualità e con spessori maggiori. Ciò è parzialmente dovuto al fatto che la maggior parte delle partite di tronchi di specie miste non contiene faggio sufficiente a produrre un carico completo per l’essiccazione in forno. Inoltre, le moderate difficoltà di essiccazione proprie di questo legno richiedono l’impiego di un programma di essiccazione particolare che ne rende difficoltoso l’utilizzo con specie diverse. Per questa ragione, il faggio è reso disponibile primariamente da produttori specializzati che sono solitamente in grado di fornire anche legno evaporato. Questo legno è normalmente venduto non selezionato per colore e in specifiche di spessore maggiore. È raramente disponibile come tranciato.

Descrizione Generale

Il faggio americano tende a essere leggermente più scuro e meno consistente del faggio europeo. L’alburno è bianco con sfumature rosse, mentre il durame varia da marrone rossiccio chiaro a scuro. Il legno ha generalmente fibra diritta con tessitura compatta e uniforme. Ha una resistenza moderata alla curvatura e alla compressione ma presenta scarsa rigidezza e resistenza agli urti. Possibile la presenza di striature minerali nel durame che non sono identificate come un difetto secondo le norme di classificazione NHLA.

Proprietà Meccaniche

Il faggio americano è pesante, duro e mediamente resistente. Si caratterizza per un’elevata resistenza agli urti ed è anche particolarmente adatto alla curvatura a vapore.

  • 0.64

    Densità relativa (12% M.C.)

    721 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    13.00%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    102.736 MPa

    Modulo di rottura

    11,859 MPa

    Modulo di elasticità

    50.334 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    5,782 N

    Durezza

Prestazioni

  • Il faggio americano si lavora senza difficoltà con la maggior parte delle macchine e degli utensili manuali. Ha una buona tenuta all’inchiodatura e alla colla e può essere trattato con mordenti e lucidato per una buona finitura. Il legno si essicca rapidamente ma ha una forte tendenza a deformarsi, spaccarsi e screpolarsi in superficie una volta essiccato. È soggetto a ritiro elevato e a variazione dimensionale in presenza di umidità.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ma è permeabile al trattamento di conservazione.

Usi Principali

L’uso del faggio è particolarmente indicato per quelle applicazioni che richiedono proprietà di durezza e resistenza. Trova attualmente impiego nella produzione di arredamenti, porte, pavimenti e rivestimenti. Le applicazioni specializzate includono manici per spazzole e utensili poiché è un materiale che si presta bene alla tornitura. Questo legno è particolarmente adatto per i contenitori di cibo, in quanto non ha odore né sapore.

Manici
Pavimento
Mobili/arredi
Porte
Pannelli in Legno
Tornitura
American_Beech_small.jpg

American yellow birch

American_yellow_birch

Posizionamento

Dal punto di vista commerciale, la betulla americana è la qualità migliore della sua famiglia, date le caratteristiche di crescita sostenibile e l’ampia distribuzione. Negli Stati Uniti, la betulla americana è presente soprattutto nelle regioni con clima fresco e ad alto tasso di precipitazioni.

Distribuzione

Gli alberi di questa tipica specie pioniera presentano solitamente un diametro non eccessivo che può risultare inferiore rispetto alle specie climax (quali l’acero). La betulla americana è senza dubbio un albero che predilige il clima freddo, caratterizzato da diametro medio con sporadiche eccezioni. Lo betulla non va confusa con il paper birch (“Betula papyrifera”), che presenta invece una tessitura più morbida e una colorazione più chiara con screziature marroni sparse.

CRESCITA

Stando ai dati della Forest Inventory Analysis (FIA), la massa legnosa di betulla negli Stati Uniti è pari a 207 milioni di metri cubi, il che corrisponde all’1,5% della massa complessiva di latifoglie presente sul territorio. La betulla americana cresce a ritmi di 2,62 milioni di metri cubi ogni anno, con un abbattimento annuo di 1,85 milioni di metri cubi. Il volume di legname netto (dopo l’abbattimento) evidenzia un aumento di 0,76 milioni di metri cubi ogni anno. I ritmi di crescita della betulla americana superano l'abbattimento in quasi tutti gli Stati americani produttori, compresi Maine, New Hampshire, New York, Pennsylvania e Vermont.

Disponibilità

La betulla degli Stati Uniti è disponibile in volumi limitati come segato non selezionato per colore; la disponibilità è però più limitata se la scelta è in base al colore, cioè betulla rossa (durame) o betulla bianca (alburno). Se selezionata in base al colore, la qualità FAS prevede una larghezza minima di 5’’. Fare riferimento alle norme di classificazione NHLA per le specifiche di selezione per colore. La betulla è solitamente disponibile in spessori sottili, ovvero 4/4” (25,4 mm) e 5/4” (32 mm), e può occasionalmente essere offerta come tranciato da fornitori specializzati.

Descrizione Generale

Il legno di betulla ha l’alburno bianco e il durame marrone leggermente rossiccio, con un contrasto marcato tra i due. Il legno presenta solitamente una fibra dritta con tessitura fine e uniforme.

Proprietà Meccaniche

Si tratta di un legno pesante, duro e resistente, con ottime proprietà di curvatura e una buona resistenza alla compressione e agli urti.

  • 0.62

    Densità relativa (12% M.C.)

    689 kg/m3

    Peso medio (12% M.C.)

    13.40%

    Ritiro dimensionale medio (verde fino a 6% M.C.)

    114.457 MPa

    Modulo di rottura

    13,859 MPa

    Modulo di elasticità

    56.332 MPa

    Resistenza alla compressione (parallela alla venatura)

    5,604 N

    Durezza

Aspetto oliato/aspetto non oliato

Oliato
Birch_yellow_oiled
Non oliato
Birch_yellow_unoiled

Prestazioni

  • La betulla ha una discreta lavorabilità; con le dovute precauzioni, si presta in misura soddisfacente alla tornitura e prende bene vernice e mordenti. Ha una tenuta a chiodi e viti soddisfacente, anche se è consigliata una pre-alesatura. Si essicca abbastanza lentamente con scarsa degradazione, ma ha un ritiro piuttosto elevato che la rende suscettibile a variazioni dimensionali.
     
  • Questo legno non è resistente alla decomposizione del durame ma è abbastanza resistente al trattamento di conservazione e l’alburno è permeabile.

Usi Principali

La betulla americana, caratterizzata da una crescita sostenibile nelle foreste naturali degli Stati Uniti, è utilizzata per arredamenti e finiture, quali porte, rivestimenti per interni e mobili per la cucina.

Mobili/arredi
Pannelli in Legno
Piccoli Armadi
Birch_yellow_small.jpg